Marco Mariano, presidente di Retenergie. Quando l'energia passa anche dalla penna...

L'autore

Venerdì 6 inizio da Saluzzo il mio giro per le città Italiane per parlare con i soci -e non solo- delle novità della cooperativa.

Questo è uno dei momenti del mio lavoro che preferisco. In queste serate posso raccontare quello che abbiamo fatto negli ulitmi sette anni, e tutte le volte ripercorrere le motivazioni e le cose che sono successe mi riconferma nell'idea che siamo stati un po' pazzi, ma abbiamo fatto la cosa giusta.

Oramai siamo 900 soci, novecento persone che credono nella possibilità di creare un modello nuovo di gestire l'energia...ma non solo, un nuovo modello di relazionarsi con le persone e con la realtà. 

Io ci sto, in questo mondo che non è perfetto ma è migliorabile, e ci sto sapendo che nel mio piccolo, assieme agli altri, posso lasciare un segno.